Il keniano Robert Chemosin frantuma il record della corsa in 1h03’31”. Tra le donne vince la veneziana Giovanna Pizzato.

Il keniano Robert Chemosin non tradisce le attese della vigilia e si aggiudica la 2° Moonlight Half Marathon con il nuovo record della corsa: 1h03’31”, abbassando di oltre tre minuti l’1h07’17” di Ruggero Pertile dell’edizione inaugurale dello scorso anno. Secondo è arrivato il marocchino della Fanfulla Lodigiana Ahmed Nasef (1h04’30”) seguito dal connazionale Issam Zaid (1h04’58”). In campo femminile, netta vittoria della veneziana Giovanna Pizzato che si è imposta davanti al pubblico di casa in 1h23’22”, mettendosi alle spalle la marocchina del Cus Parma Siham Laaraichi (1h24’36”) e la vicentina Maurizia Cunico (1h25’00").

Chemosin, classe 1989, giovane cavallo di razza della scuderia di Renato Canova in Kenya, correva oggi la sua terza mezza maratona di carriera e faceva il suo debutto in Italia.
“E’ la prima volta che corro in Italia e volevo abbassare il mio personale che è di 1’03’15”– dichiara al traguardo un timido Chemosin – ma l’avvio della gara è stato un po’ lento e il caldo mi ha consumato le energie. Ho provato a cambiare passo attorno al 15° chilometro, ma non sono riuscito a correre sotto l’1h03’. Sono comunque molto contento, anche perché ho apprezzato molto il percorso, piatto e veloce”.

La cronaca della gara racconta, infatti, di un attacco feroce del keniano tra il 14° e il 15° chilometro, che con un allungo si è velocemente sbarazzato dei due marocchini.

In campo femminile la veneziana Giovanna Pizzato, classe 1976 ritornata alle gare dopo 10 anni di stop, ha condotto una gara coraggiosa, andando da sola al comando al 6° chilometro.

“La mia carriera sportiva – dichiara la Pizzato – riparte a 35 anni da Jesolo. Dopo 10 anni di stop, avevo un conto in sospeso con l’atletica e così ho ripreso ad allenarmi con il mio vecchio allenatore Matiello e adesso voglio togliermi un po’ di soddisfazioni”.

La gara, partita in perfetto orario (19.45) dal lungomare San Felice di Cavallino Treporti grazie alla perfetta regia dell’Associazione Podistica Jolly e della Pro Loco di Cavallino Treporti, si è conclusa tra due ali folla in Piazza Mazzini, al ritmo di musica delle band di Anima La Mezza Maratona.

Grande soddisfazione quindi anche per il Venicemarathon Club, la Città di Jesolo ed il Comune di Cavallino Treporti.

“Questa sera abbiamo avuto la conferma – commenta il Presidente del Venicemarathon Club Piero Rosa Salva – che la gara sta crescendo anche dal punto di vista qualitativo. In Piazza Mazzini è stata una festa continua, dimostrando che la formula è giusta e il gradimento riscontrato da parte di atleti, pubblico e soprattutto dalle istituzioni ci dà un’ulteriore spinta”.

Entusiasti dell'iniziativa anche il Sindaco di Jesolo, Francesco Calzavara, e quello di Cavallino Treporti, Claudio Orazio, che hanno premiato gli atleti saliti sul podio della manifestazione.

Ha vinto il premio di società più numerosa la Polisportiva Biancazzura Pettinelli (64 atleti iscritti), seguita dalla ASD Percorrere Il Sile (53), Atletica Vicentina (51), Brema Running Team (47) e Essetre Running (47).

CLASSIFICA UOMINI
1) Robert Chemosin (KEN) - 1h03’31”
2) Ahmed Nasef (Fanfulla Lodigiana) - 1h04’30”
3) Issam Zaid (Pol.Rocco Scotellaro) - 1h04’58”
4) Giancarlo Simion (Silca Ultralite) - 1h12’09”
5) Paolo Sandali (Fartlek Ostia) - 1h12’51”

CLASSIFICA DONNE
1) Giovanna Pizzato (Essetre Running) - 1h23’22”
2) Siham Laaraichi (Cus Parma) - 1h24’36”
3) Maurizia Cunico (GS Alpini Vicenza) - 1h25’00”
4) Ambra Vecchiato (Atl. Audace) - 1h27’01”
5) Lorena Di Vito (Pro Patria Milano) - 1h28’24”