Jesolo ed il Litorale di Cavallino Treporti accolgono con entusiasmo 6000 atleti partecipanti. Aperto il Moonlight Village con Stefano Baldini

Sono ancora aperte le iscrizioni ma il tetto delle seimila adesioni è stato quasi raggiunto ed il livello tecnico degli atleti è altissimo. Ben 56 nazioni rappresentate e 18 regioni italiane.

Palpabile la soddisfazione delle amministrazioni comunali di Jesolo e Cavallino Treporti intervenute stamane alla conferenza stampa di presentazione della 6^ Moonlight Half Marathon e del 2° Garmin 10K tour organizzati dal Venicemarathon Club, in programma domani sabato 28 maggio.

"Ci troviamo ormai di fronte ad una manifestazione ben assemblata - ha commentato il sindaco di Jesolo Valerio Zoggia - e ad una giornata di festa non solo per gli atleti, ma anche per entrambe le amministrazioni che ospitano questo evento che attendono ogni anno con piacere. Un ringraziamento agli organizzatori e ai vigili urbani che garantiscono la sicurezza per lo svolgimento della gara".

L'assessore allo sport Ennio Valiante ha sottolineato invece la grande collaborazione raggiunta tra tutti i soggetti coinvolti che ha fatto diminuire i problemi organizzativi dell'evento, mentre l'assessore al turismo Daniela Donadello, ricordando la presenza di atleti provenienti da 56 nazioni e 18 regioni, ha confermato come la promozione di un territorio passi anche attraverso questi dati.

Dello stesso avviso il vicesindaco del Comune di Cavallino Treporti Francesco Monica: "Ci attediamo ricadute positive sul nostro territorio, visto che la maggior parte del percorso si svolge sul Litorale dove i corridori avranno modo di scoprire le bellezze di questa lingua di terra situata tra mare e laguna".

Il vicepresidente del Venicemarathon Club Stefano Fornasier ha quindi svelato i nomi dei top runners presenti alla mezza maratona a partire da una novità: il vincitore eritreo dello scorso anno Eyob Faniel, quest'anno correrà con la maglia azzurra e per il Venicemarathon Club. Tenterà di bissare la sua vittoria dello scorso anno, migliorare il proprio record personale (1h04’14”) e guadagnare una maglia azzurra per i prossimi Campionati Europei di Amsterdam (6-10 luglio) dove si correrà proprio la mezza maratona. Assieme a lui, tornerà alla Moonlight Half Marathon Francesco Bona, secondo lo scorso anno, e Domenico Ricatti, quarto nel 2013.

Non sarà impresa facile per gli azzurri, che si troveranno sulla strada un gruppo di atleti africani davvero agguerrito. I più accreditati sono i keniani Hosea Kimeli Kisorio, salito sul gradino più alto del podio nel 2014 ed Alfred Kimeli Ronoh, entrambi con un personali di 1h01’59”, il ruandese Jean-Baptiste Simukeka (1h02’24”) secondo nel 2013 e l’altro keniota Henri Kibet (1h02’31”). Dalla Norvegia sarà presente Marius Vedvik, anche lui in cerca di un risultato che gli permetta di correre gli europei e che vanta un personale di 1h04'4".

Tra gli italiani ci sarà anche il bergamasco Giovanni Gualdi, nono nell’ultima edizione della Venicemarathon.

In campo femminile, si preannuncia una bella sfida tra le azzurre Fatna Maraoui del CS Esercito, primato sulla mezza maratona di 1h10'08'', Deborah Toniolo (1h12’14” di record personale) e Giovanna Epis (1h13'02"). Saranno inoltre in gara l’emiliana Rosa Alfieri, seconda lo scorso anno, e la vicentina Maurizia Cunico terza nel 2012.

Il veloce e spettacolare percorso potrebbe anche regalare i nuovi primati della corsa, che sono rispettivamente di 1h03’31” (Robert Chemosin - 2012) e 1h11’52” (Helen Jepkurgat – 2013).

"A nome dei partecipanti che mi sento di rappresentare - ha commentato il presidente del Venicemarathon Club Piero Rosa Salva - ringraziamo le amministrazioni di Jesolo e Cavallino Treporti, le attività economiche e la cittadinanza per il positivo dialogo avuto. Conosciamo bene questi luoghi, li frequentiamo abitualmente e possiamo dire di contribuire alle presenze grazie alla grande risonanza mediatica che viene svolta e alla promozione capillare fatta in tutto il mondo. Anche il nostro impegno economico è importante ma abbiamo investito per avere un livello tecnico alto di atleti ed offrire un grande evento sportivo".

Le iscrizioni rimangono comunque ancora aperte ed è possibile farlo di persona presso il Moonlight Village di Piazza Mazzini a Jesolo fino alle ore 14 di sabato.

"Sarà possibile fare un allenamento con Stefano Baldini - ha concluso il segretario generale del Venicemarathon Club Lorenzo Cortesi - e fare una lezione di stretching col prof. Fulvio Massini. Gli eventi presenti al villaggio saranno tanti e non mancheranno di intrattenere piacevolmente pubblico e atleti".

Punto nevralgico della manifestazione, il Moonlight Village sarà infatti il cuore pulsante di tutti gli eventi collaterali. Un mix di sport e musica capace di intrattenere, entusiasmare e coinvolgere. Il villaggio aprirà le porte al pubblico venerdì 27 maggio (dalle 15 alle 20) e sabato 28 maggio (dalle 9 alle 23).

Il Villaggio rappresenterà il punto di ritrovo e di riferimento della manifestazione, dove sarà possibile trovare le più rinomate aziende ed organizzazioni del settore, testare le ultime novità del mercato, partecipare ad attività interattive e incontrare i top runners.

All’interno del GARMIN CAMP ci sarà spazio anche per la formazione, perché per praticare una qualsiasi attività fisica bisogna essere consapevoli e ben preparati per ottenere risultati sempre migliori. Per questo motivo Garmin ha deciso di affiancarsi a partner come ASICS, Technogym ed Enervit che forniranno utili consigli per vivere al meglio la propria passione per la corsa attraverso incontri tenuti dai loro tecnici in diversi momenti della giornata negli SportCamp.

L’edizione 2016 del Garmin Running 10K Tour sarà inoltre sfondo di un’iniziativa benefica fortemente voluta da Garmin Italia. Così come nel 2015, l’azienda ha infatti deciso di sostenere l’associazione BIMBINGAMBA Onlus di Alex Zanardi con un’iniziativa per la raccolta di fondi da destinare alla realizzazione di protesi per bambini che hanno subito amputazioni e che non possono usufruire dell’assistenza sanitaria. Per sostenere l’iniziativa sarà necessario solo correre! Si, perché Garmin Italia si impegnerà a donare un contributo alla ONLUS di Alex Zanardi al raggiungimento del tetto stabilito di 100 chilometri percorsi proprio da chi vorrà appoggiare questa nobile causa. Come questi chilometri verranno “raccolti” è molto semplice: basterà recarsi allo stand Garmin nell’area expo e correre su un tapis roulant MyRun di Technogym che registrerà le distanze coperte.

Non rimane dunque che iniziare ad allenarsi al grido di “Beat Yesterday”, la campagna Garmin per sensibilizzare ad avere uno stile di vita sempre più attivo e quindi sano, non solo per correre durante le tappe del Garmin Running 10K Tour ma anche, e soprattutto, per poter riuscire a percorrere quanti più chilometri a sostegno dell’iniziativa a favore di BIMBINGAMBA.